Contratto di Ricollocazione

Il Contratto di Ricollocazione rappresenta uno strumento innovativo di Politica attiva del lavoro attraverso il quale la Regione intende contrastare il fenomeno della disoccupazione. I percorsi individuali di Accompagnamento al lavoro presteranno particolare attenzione alle fasce più deboli come i giovani, le donne, i disabili, gli immigrati, i detenuti a fine pena e gli ex detenuti, le persone con bassi titoli di studio e con limitate competenze professionali e gli over 50.

L’incontro tra domanda e offerta di lavoro sarà favorito dall’impegno e dalla collaborazione tra i Centri per l’Impiego e le Agenzie per il Lavoro (APL operatori privati accreditati dalla Regione Sicilia).

Il Centro per l’Impiego avrà il compito di accogliere e informare i potenziali destinatari del Contratto di Ricollocazione sulle opportunità lavorative, convalidare i requisiti e prendere in carico i futuri lavoratori per redigere il profilo personale, secondo il modello Anpal, che potrà essere:

  1.  Basso
  2.  Medio                                                                             
  3. Alto

e fornire informazioni sugli operatori privati accreditati dalla Regione Sicilia APL (Agenzie per il lavoro) per rivolgersi per svolgere l’offerta dei Servizi specialistici.

Sulla base delle domande registrate e convalidate dal Centro per l’Impiego, il Dipartimento Lavoro, in funzione della dotazione finanziaria, predisporrà 4 graduatorie suddivise in 4 gruppi per età:

  • da 18 a 29
  • da 30 a 40
  • da 41 a 50
  • da 51 a 66

All’interno di ciascuna di queste fasce, la graduatoria è stilata considerando, come priorità e in ordine crescente, il reddito ricavato dal modello ISEE indicato nella domanda; l’età; il genere femminile e, in caso di ulteriore parità, si provvederà al sorteggio. Il percorso di accompagnamento al lavoro subordinato, da erogare esclusivamente su base individuale, si differenzia a seconda del grado di preparazione specifica del lavoratore.

L’impegno varia da 118 a un massimo di 236 ore suddivise in 4 categorie, di cui due uguali per tutti:

  • il servizio di Orientamento Specialisticodella durata di 24 ore
  • e l’Accompagnamento al lavorodella durata di 94 ore.

Si differenziano invece il servizio di Collocamento mirato di 59 ore e quello di Collocamento intensivo di 118 ore che saranno erogati in considerazione delle capacità professionali, ed in base dell’indice di profilo assegnato dai CPI al momento del primo Colloquio di Orientamento. Più basso é il profilo più ore saranno dedicate agli utenti.

Per gli utenti destinatari è prevista un’indennità di frequenza per il percorso di Politiche attive del lavoro pari a 4 euro l’ora di tutto il Piano d’inserimento personalizzato (in caso di inadempimento è prevista la decadenza dal beneficio e dall’indennità di frequenza)  che potrà variare da un minimo di:

  • 118 ore(profilo Alto per 472,00 euro);
  • 177 ore profilo Medio indennità prevista euro 708,00 ad un massimo
  • 236 oreper il profilo Basso indennità di frequenza massima 944,00 euro.

È previsto anche un percorso di Accompagnamento per il lavoro autonomo di 184 ore.

Per il lavoro autonomo le ore di frequenza saranno 184 per un’indennità prevista di euro 736,00